B&B Ragusa - Bed and Breakfast Terrazza dei sogni - Agrigento

EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Agrigento

Agrigento, città millenaria situata nella Sicilia occidentale, dista da Ragusa 129 km ed è nota come Città dei templi per la sua distesa di templi dorici dell'antica città Greca posti nella cosiddetta valle dei Templi, inserita, nel 1997, tra i patrimoni dell'umanità dall'UNESCO.
Agrigento è una delle città più belle della Sicilia, la culla della Magna Grecia dove le strade sono ricche di monumenti, chiese e palazzi che parlano di tempi passati, insomma uno dei patrimoni artistici più unici al mondo.
COSA VEDERE AD AGRIGENTO
 
In primis ovviamente un must della Sicilia è il parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi, con i suoi 1300 ettari, è il sito archeologico più grande del mondo. La valle è caratterizzata dai resti di dodici templi in ordine dorico, tre santuari e resti di necropoli.
Sono sette i templi della mitica Valle di Agrigento e tutti in condizioni di conservazione eccezionali: il tempio di Giunone (450 a.C., il tempio dedicato alle nozze durante il periodo greco) il Tempio della Concordia, il Tempio di Eracle, il Tempio di Zeus Olimpico, il Tempio di Castore e Polluce, il Tempio di Vulcano, il Tempio di Esculapio. A questi va aggiunta la Tomba di Terone, eretta per ricordare i caduti della seconda guerra punica.
L’area archeologica di Agrigento, con la sua Valle dei Templi, è la testimonianza più significativa della civiltà greca in Sicilia.
I Templi sorgono tra campagne di mandorli e fiori, una cornice affascinante da ammirare dove sullo sfondo può scrutarsi il bellissimo colore azzurro del mar mediterraneo.
Tra le meravigliose chiese da visitare vi sono la chiesa di San Francesco di Paola, venne fabbricata nel 1789 dagli stessi padri e dedicata al santo fondatore del loro ordine. Il soffitto è stato bene decorato da un pannello centrale dove è raffigurato “San Francesco di Paola, con la Madonna, Gesù Cristo con la Croce in mano, ed in alto il Padreterno.
Il Duomo, la cattedrale di San Gerlando (patrono della città) è il principale luogo di culto cattolico di Agrigento: si tratta di una costruzione realizzata a partire dal 1100, la cui costruzione è durata oltre 200 anni, da non perdere il campanile con i motivi gotici e catalani e la balconata arabo-normanna.
La chiesa di Santa Maria dei Greci è uno dei primi edifici cristiani edificati dopo la dominazione musulmana, costruita su un tempio greco. Alla chiesa si accede attraverso un giardinetto per mezzo di un ricco portale su cui vi è lo stemma quattrocentesco della nobile famiglia Pujades.
Il museo archeologico regionale di San Nicola è uno dei musei più importanti e visitati della Sicilia, costruito negli anni ’60 sul poggio di San Nicola. Si possono ammirare opere che forniscono uno spaccato della vita dei coloni Greci. Da qui si può ammirare il panorama dei templi, i resti dell’Agorà e il chiostro di un monastero cistercense.
Il museo Diocesano di Agrigento, istituito nel 1873, si trova presso il palazzo Arcivescovile ed è invece dedicato alla storia della chiesa agrigentina durante il periodo che va dal XII al XIX secolo.